Lo studio si interessa di selezione  del personale.  Opera su mandato del titolare dell’azienda. Oltre al colloquio, utilizza altri strumenti per valutare il candidato e ridurre gli errori di valutazione.

 Gli strumenti utilizzati, impiegati con la collaborazione di profesionisti del settore, possono essere:

  • test psicoattitudinali che mirano a testare le abilità logico-matematiche, linguistiche ed operative;
  • questionari di personalità che analizzano le  caratteristiche emotive e caratteriali e valutano le modalità di comportamento e di relazione nell’ambiente di lavoro;
  • analisi grafologica che analizza le caratteristiche emotive e caratteriali;
  • prove di gruppo che valutano le  capacità di lavorare in un team e alcuni tratti di personalità come la leadership, l’autonomia, la capacità di contatto, la creatività ecc.

 

Il candidato è inoltre  sottoposto a prove e simulazioni pratiche per accertare il  livello di conoscenze e competenze specifica.
Lo studio comunque,  dietro mandato dell’azienda, usa  come  strumento principale quello del colloquio di lavoro che è il test più attendibile per valutare la  professionalità del candidato.